100% Freeware, 100% Indipendente e 200% Nerd!

lunedì 8 luglio 2013

Gaming History: Episode 2


Dove eravamo rimasti? Ah si, dopo Spacewar!, verso la fine degli anni ’60 fu creata la prima console (che non è il coso che usano i diggèi) di tutti i tempi, il Magnavox Odyssey. Come molte console che vennero dopo questa aveva un solo gioco, Odyssey. Poco dopo la Atari pubblicò il PONG che aveva come unico gioco (appunto) PONG, il quale era in tutto e per tutto uguale ad Odyssey! La questione finì in tribunale con la giusta vittoria della Magnavox. È proprio di questo gioco, che per comodità chiamerò Pong, che vi parlerò in questo episodio. 

Pong è stato il primo gioco per console in assoluto. La sua creazione risale a quando, nel 1966, un giovane ingegnere di nome Ralph Baer  cerca di trovare un modo alternativo di usare la televisione. Ci vorranno 5 anni perché il suo progetto diventi realtà e nasca il Magnavox Odyssey, la prima console della storia. La Atari creò in seguito il Pong, che rispetto all’Odissey presentava molte migliorie, ma vi ho già detto come andò a finire. Nel 1978, la General Instruments mise sul mercato molte versioni “migliorate”, che includevano varianti sul tema classico di Pong.


Parliamo un attimo della struttura di questo gioco, in pratica si tratta di un simulatore di ping pong, in cui ci sono due barrette che fanno da racchette e una pallina (un quadratino nelle prime versioni), non è possibile colpire la rete, mandare fuori la pallina o far fare alla pallina due rimbalzi, quindi l’unico modo per fare punto è superare la barretta avversaria. Un’idea semplice ma innovativa per i tempi. Per giocare si avevano due manopole, e ognuno dei due giocatori doveva girarne una per muovere la sua racchetta, oltre ovviamente ai pulsanti di accensione e avvio.


Tuttora le versioni di Pong sono innumerevoli, ne esistono per: Magnavox Odyssey e prodotti della General Instruments, NES, PV 1000, Sega Master System, Atari 7800, Amstrad Apple Pippin, Playdia, Casio Loopy GX4000, Commodore 64, TurboGrafx-16, Sega Genesis/Mega Drive, Neo Geo, SNES, CD-i, 3DO, Amiga CD32, Atari Jaguar, Sega Saturn, PlayStation, NEC PC-FX, Nintendo 64, FM Towns Marty, Dreamcast, PlayStation 2, Nintendo GameCube, Xbox, PlayStation 3, Nintendo Wii, Xbox 360,  Zeebo, e molte altre.



Nonostante agli occhi dei giocatori di oggi possa sembrare un gioco noioso e fin troppo semplice, io penso che l’idea originale di quei tempi possa intrattenere anche oggi, e che anche un gioco senza trama o grafica come Pong abbia una sua anima e vada rispettato per questo. Non per niente, praticamente ogni appassionato di retrogaming che si rispetti lo ha giocato o ne ha una versione, e se stai leggendo questo articolo probabilmente ne hai una anche tu.
Alla prossima dal vostro Link!






1 commento:

It's dangerous to go alone, leave a comment!