100% Freeware, 100% Indipendente e 200% Nerd!

venerdì 28 marzo 2014

Blaziken - Character of the Week

by Link



Bentornati alla rubrica di Timber Maniacs dove ogni settimana un redattore diverso parla di un personaggio. E infatti sono tre settimane che lo scrivo io. Bastardi.

 Questa settimana ho deciso di parlarvi di un Pokémon, più precisamente di Blaziken, lo starter di tipo fuoco della terza generazione, evoluzione di Combusken, che a sua volta si evolve da Torchic.

Cominciamo analizzando il suo nome: il nome di Blaziken, come quello di molti pokémon, deriva dall’unione di due parole inglesi, ossia “blaze” che vuol dire fiammata e “chicken” che vuol dire pollo. Il suo nome originale giapponese, ossia Bursyamo, deriva dall’unione di “burst” o di “burn”, che in inglese significano rispettivamente scoppiare e bruciare, con “shamo”, una razza di uccelli giapponesi che venivano utilizzati per la lotta tra galli. Il nome lo descrive perfettamente, in quanto ha l’aspetto di un combattente con elementi da uccello (come il becco o le zampe), avvolto dalle fiamme. Dopo Blaziken, per altre due generazioni, lo starter di tipo Fuoco avrà Lotta come tipo secondario. 

Per fortuna nella sesta generazione hanno cambiato e infatti Delphox è di tipo Psico (questo mi interessa particolarmente perché ho l’abitudine di prendere sempre lo starter fuoco).
Blaziken è stato molto considerato dalla Game Freak anche nelle generazioni successive. In Bianco e Nero, con l’avvento del Dream World, gli è stata assegnata una abilità nascosta molto forte: Acceleratore. Questa gli permette di aumentare ad ogni turno la sua velocità, rendendolo in un solo turno più veloce della stragrande maggioranza dei Pokémon. Inoltre in Pokémon X e Y è stato l’unico starter, escludendo quelli di prima generazione, a ricevere una Megaevoluzione che lo rende infinitamente più figo nonché più forte. Spendero adesso qualche parola sul suo ruolo nel battling competitivo dei Pokémon (anche se in realtà lo stavo già facendo). So che non interessa a tutti, ma l’articolo è mio e ci scrivo quello che voglio io, capito?!


Pur avendo un attacco e un attacco speciale molto elevati, nonché delle ottime mosse, Blaziken non è né resistente né troppo veloce, perciò nelle competizioni ufficiali della terza generazione nessuno se l’è filato (al contrario di un altro starter, ossia Swampert). Dopo la terza generazione non fu più possibile usarlo nelle competizioni ufficiali, perché in queste si possono usare soltanto Pokémon presenti nella regione della generazione attuale. Nelle competizioni non ufficiali è rimasto in disparte fino alla quinta generazione quando, come abbiamo detto, gli è stata data un’abilità che lo rendeva decisamente più forte. Il problema è che è diventato troppo forte, e per questo è stato inserito nel tier uber, quello dei Pokémon più forti (in buona parte composto da leggendari), da Smogon University, sito di riferimento per il battling competitivo non ufficiale. Tra gli uber ci sono Pokémon decisamente migliori di lui, e quindi nonostante fosse diventato fortissimo ha continuato ad essere usato poco. Nella sesta generazione è poi arrivata la megaevoluzione, ma sono ben pochi quelli che utilizzerebbero l’unica megaevoluzione disponibile per Blaziken. Povero Blaziken.

Quindi possiamo dire che ho scelto Blaziken come Character of the week perché:
·        -È un Pokémon

·        -È uno dei miei Pokémon preferiti
·        -È di tipo fuoco
·        -Sembra un combattente di arti marziali
·        -La Megaevoluzione è fighissima
·        -In un attimo è passato dall’essere troppo debole all’essere troppo forte
·        -Se non sbaglio una volta nell’anime Ash perde la lega Pokémon per colpa sua (dell’anime non me ne frega niente, però vedere Ash perdere è sempre una soddisfazione).

meme




Avrete ben capito che Blaziken è uno dei miei Pokémon preferiti. Che ne dite di commentare qui o su Facebook facendoci sapere qual è il vostro preferito? Ciao a tutti da Link, il vostro retrogamer preferito!
 



1 commento:

  1. Il mio Pokémon preferito è Snorlax, anche perché in quanto a fisico e pigrizia mi assomiglia parecchio... lol

    RispondiElimina

It's dangerous to go alone, leave a comment!