100% Freeware, 100% Indipendente e 200% Nerd!

mercoledì 11 giugno 2014

E3 2014: i 15 giochi più interessanti secondo Timber Maniacs

by Cloud


Nonostante i numerosi impegni di questo periodo, che tengono il blog attualmente in uno stato di “pausa”, mi sento in dovere di dedicare questo (relativamente) piccolo articolo all’ultima edizione dell’Electronic Entertainment Expo, meglio nota con il nome di E3, la più importante fiera dedicata al mondo dei videogiochi al mondo, tenuta in questi giorni a Los Angeles.

Dopo aver visto le conferenze di Microsoft, EA, Ubisoft, Sony, e il Nintendo Digital Event (a cui è seguito il Treehouse, evento con la stampa in cui è stato possibile vedere più da vicino nuovi titoli e capire meglio i progetti di Miyamoto), possiamo dire che questa sia stata un’ottima edizione dell’E3, a differenza di quella dell’anno scorso, in cui Sony spadroneggiò, più che per annunci interessanti relativi alla propria console, per le limitazioni che Microsoft sembrava voler mettere alla propria console (fortunatamente eliminate dopo il dissenso generale), per una presentazione sottotono di Nintendo (che, alla sua prima conferenza digitale, non riuscì a differenziarla da un normale Nintendo Direct), e per la scelta assai riuscita di mostrare nella sua presentazione i due multipiattaforma Final Fantasy XV e Kingdom Hearts III (tra l’altro entrambi ben lontani dall’uscita e non presenti a questa edizione della kermesse losangelina).


Quest’anno, invece, non c’è stato un netto predominio di nessuna delle hardware house, ma tutte e tre hanno proposto, ciascuna in maniera diversa e secondo la loro “filosofia”, tanti nuovi giochi interessanti e nuovi aspetti su titoli già annunciati: qualsiasi console scegliate per giocare, nei prossimi mesi o nel prossimo anno, avrete sicuramente pane per i vostri denti. 


Un articolo che copra tutto l’evento sarebbe uno sforzo immane e anche piuttosto inutile, visto che potete recuperare le news su quanto annunciato e mostrato su qualsiasi sito specializzato. Ciò che, come sempre, noi di Timber Maniacs vogliamo offrirvi, è la nostra personale opinione sull’evento, e in particolare su una manciata di titoli che ci hanno particolarmente colpiti, e che vorremmo invitarvi a tenere d’occhio. Mettetevi quindi comodi, magari con una bella bibita fresca, e leggete quali, secondo noi, sono stati i 15 giochi più interessanti di questo E3 2014:









Super Ultra Dead Rising 3' Arcade Remix Hyper Edition EX Plus α

 
Va bene che non è un gioco ma un DLC per Dead Rising 3 (che è uno dei titoli più interessanti tra quelli disponibili su Xbox One), ma già dal titolo capirete perché l’abbiamo messo in questa lista. Questo DLC, realizzato per festeggiare il 31esimo anniversario di Capcom, è un insieme di follia, fanservice ed autoparodia che celebra i grandi classici della software house giapponese. Se vi interessa, è già disponibile per il download.


Devil’s Third

Dopo un lungo silenzio, ed una temuta cancellazione, il nuovo progetto di Tomonobu Itagaki, autore di Dead or Alive e del reboot moderno di Ninja Gaiden (che, senza la sua direzione, ha sfornato un terzo episodio mediocre, in parte risollevato dalla versione Razor’s Edge), è stato ri-annunciato come esclusiva per Wii U. Nintendo aveva bisogno di un nuovo gioco di terze parti, meglio se d’autore, e questo Devil’s Third è quindi un ottimo colpo per la casa di Kyoto. Il gioco combina in maniera interessante fasi da sparatutto in terza persona, fasi in prima persona, e meccaniche hack n’slash. Possiamo notare inoltre come adesso ciascuna delle tre grandi hardware house abbia dalla sua un’esclusiva firmata da un grande autore in ambito action: anche i prossimi due giochi apparterranno a questo trittico.


Scalebound

Se Nintendo ha il ninja rockettaro, Microsoft ha l’altrettanto talentuoso Hideki Kamiya, autore di giochi del calibro di Bayonetta (il cui sequel, assente dalla lista per favorire i titoli “nuovi”, ma comunque molto promettente, sarà pubblicato per Wii U assieme a un remake del primo episodio) e The Wonderful 101. Del suo nuovo titolo non si è visto molto, a dirla tutta, se non che potremo combattere e controllare draghi ed altri mostri, assumendo forse parte dei loro poteri, ma conoscendo il talento di Kamiya e dei ragazzi di Platinum Games possiamo stare certi che questo sarà un titolo da tenere d’occhio.


Let it Die

Per finire, Sony ha dalla sua quel folle punk di Suda 51, che a quanto pare ha annullato Lily Bergamo (suo gioco molto promettente previsto su PS4), e l'ha trasformato (dice lui) in questo Let it Die, titolo free to play e multiplayer prodotto in collaborazione con GungHo Online Entertainment. Dal trailer non si è visto molto se non che l’atmosfera è decisamente dark, violenta e malata (ricorda per certi versi Manhunt). Ci dispiace in parte che Lily Bergamo sia stato annullato, ma conoscendo Suda vogliamo augurarci che sappia fare un gran gioco anche sul modello F2P (che, nonostante le mille oscenità di cui è stato protagonista, non è di per se una cosa sbagliata), senza cadere negli errori che rovinano la stragrande maggioranza dei titoli su esso basati.


Sunset Overdrive

Mostrato durante la conferenza Microsoft in esclusiva per Xbox One, questa nuova creazione di Insomniac Games (in passato autori di celebri esclusive per le console Sony come Ratchet & Clank e Resistance) sembra avere tutte le carte in regola per essere un titolo divertente, su di giri al punto giusto, e con un gameplay discretamente vario. Con armi esagerate in stile Ratchet & Clank e scivolate sui cavi elettrici alla inFamous, oltre alla possibilità di personalizzare a piacimento il proprio avatar, Sunset Overdrive va sicuramente tenuto d’occhio.


Halo 5: Guardians + Halo: The Master Chief Collection

Halo è da sempre l’esclusiva per eccellenza delle console Microsoft: ha saputo rivoluzionare gli FPS su console ed introdurre poi una componente online che ad oggi è presente in quasi ogni FPS sul mercato, rimanendo poi sempre su livelli qualitativi ottimi. Oltre al nuovo trailer (che del gameplay non mostra granché) di Halo 5: Guardians, Microsoft ha annunciato una collection per Xbox One che includerà tutti i capitoli numerati della saga. Halo 2, unico capitolo della saga non disponibile in alta definizione, godrà inoltre di una Anniversary Edition realizzata per l’occasione, che includerà anche il suo multiplayer originale. In questa raccolta sarà inoltre contenuto l’accesso alla beta multiplayer di Halo 5: Guardians, che inizierà a Dicembre. Se volete avvicinarvi alla saga di Halo, questa Collection, in uscita l’11 Novembre, fa decisamente per voi.


Evolve

Nuovo sparatutto online di Turtle Rock Studios, già autori di Left 4 Dead, questo titolo estremizza per certi versi alcuni elementi del predecessore: se nella modalità versus di Left 4 Dead potevamo infatti giocare sia utilizzando i sopravvissuti che i non-morti, in questo gioco, che vedrà quattro giocatori, nei panni di altrettanti cacciatori, combatterne uno che interpreta un mostro alieno. Giocare nei panni dell’alieno sarà però molto più divertente che giocare con gli zombie in L4D: il nostro mostrone potrà infatti evolversi, come dice il titolo, in tre forme diverse, sempre più potenti. Per fare ciò, egli dovrà nutrirsi della fauna che gira per la mappa, e starà agli altri giocatori impedirglielo. Si prevedono numerose partite online con tanto di deliri e sbroccate in chat vocale. (ndLink: il mostrone lo utilizzo io!)


Metal Gear Solid V: The Phantom Pain

Dopo la sgradita mossa di rilasciare a parte la prima ora di gioco con il nome di Ground Zeroes, Kojima ci mostra un nuovo trailer di quello che sarà il vero Metal Gear Solid V, e che, con tutta probabilità, sarà un giocone. La trama matura ed appassionante, con protagonista il mitico Big Boss, unita ad un nuovo gameplay che fonde stealth ed open world, lasciano pensare che avremo davanti un vero capolavoro. Il nostro Snake redazionale sta già sbavando.


Bloodborne

Nuova creazione di From Software, autori di Demon’s Souls e dei due Dark Souls, di questo gioco non si è visto poi tanto, se non che l’atmosfera sarà ancor più dark (è possibile?) di quella di Dark Souls. Speriamo vivamente che la difficoltà sia ai livelli dei precedenti titoli diretti da Miyazaki (e non parliamo qui del leggendario regista di anime), che hanno saputo risvegliare un popolo di gamer narcotizzati da generazioni di videogiochi sempre più semplici.



No Man’s Sky

Assieme ad Entwined (non presente in lista ma anch’esso degno di nota) il gioco indie più interessante tra quelli mostrati in questo E3, ed in particolare nella conferenza Sony, No Man’s Sky di Hello Games sembra essere una gemma di rara bellezza per quanto riguarda lo stile grafico ed il gameplay. Il primo è apparentemente quasi realistico ma caratterizzato da scelte cromatiche assai evocative, ed il secondo ci vede alla guida di una navicella in fasi shooter spaziali, in esplorazione sulla terraferma e a nuoto in acque marine. Un gioco che promette quindi grande varietà, e che ci dimostra come piccoli studi possano dar vita a grandi opere.


Tom Clancy’s Rainbow Six: Siege

Al termine di una conferenza Ubisoft al limite del soporifero, è sbucato questo titolo che promette di revitalizzare il genere degli FPS tattici con una grande forza innovativa: abbiamo potuto vedere come il successo di ogni missione dipenda dalla pianificazione strategica, e come vi siano infinite possibilità d’azione: ma ciò che stupisce di più è che il gioco è ancora in fase di pre-Alpha, e vedremo quindi grossi miglioramenti con il passare del tempo. Il titolo avrà inoltre anche una modalità multiplayer, che potrebbe portare una ventata d’aria fresca in un genere dominato da titoli sempre uguali a se stessi.



Yoshi’s Wooly World

Annunciato tempo fa e sparito dalla circolazione per un po’, Yarn Yoshi diventa Yoshi’s Wooly World e riappare più in forma che mai: lo stile grafico, simile a quello di Kirby’s Epic Yarn, è a dir poco adorabile, e anche il gameplay appare fresco e rinnovato dall’introduzione della lana, che non sarà un semplice fattore estetico ma andrà ad influenzare la struttura del gioco. Un altro grande platform da tenere d’occhio.


Hyrule Warriors

Pochi giochi ma di grande qualità alla presentazione Nintendo. Se, ad una prima impressione, questa collaborazione tra Tecmo Koei e Nintendo non sembrava altro che un Dynasty Warriors con i personaggi di The Legend of Zelda, dopo questo E3 Hyrule Warriors ha dimostrato di avere una sua identità: non solo carneficine di eserciti di nemici, ma anche strategia da applicare per sconfiggere i boss, proprio come nei vari Zelda. E la principessa Zelda in versione guerriera ha troppo stile.


Xenoblade Chronicles X

Dopo aver slogato le mascelle di tutti i JRPGisti all’E3 dell’anno scorso, e aver mostrato un breve stralcio di gameplay in un Direct, Project X acquisisce un nome definitivo che mostra ancor di più come sia il successore spirituale di Xenoblade Chronicles. Sappiamo adesso che ci saranno probabilmente anche fasi spaziali, come se già il fatto di poter combattere a piedi e a bordo dei robottoni non fosse abbastanza. Inoltre, grazie al Treehouse di Nintendo, abbiamo potuto vedere più a fondo diversi aspetti del titolo, a partire dal fatto che il personaggio principale sarà completamente personalizzabile, e il gameplay “a terra” sembra la diretta evoluzione di quello di Xenoblade Chronicles. Insomma, un gioco con tutte le carte in regola per essere un capolavoro, e pensiamo proprio che Monolith Soft non ci deluderà!
(ndMago Nero: Aspettare il 2015 non sarà affatto facile!)


Zelda Wii U

Privo ancora di un titolo definitivo e ben lontano dall’avere una data di uscita, il nuovo Zelda ci ha lasciati a bocca aperta, con uno stile grafico fiabesco e sognante (una sorta di sintesi artistica tra Skyward Sword e Wind Waker) sempre più raro al giorno d’oggi, e un mondo di gioco in cui potremo esplorare tutto ciò che vedremo sullo schermo, così da rendere la sensazione di un unico grande mondo che The Legend of Zelda ha cercato di realizzare fin dal primo episodio per NES. Ancora una volta Nintendo ci dimostra quale sia il vero scopo di un hardware potente, e attendiamo con trepidazione nuove notizie su questa nuova iterazione di questo mito che da anni e anni fa sognare i videogiocatori!


E voi, siete d’accordo con i titoli che abbiamo scelto? O pensate che abbiamo dimenticato qualcosa? Fatecelo sapere nei commenti!

5 commenti:

  1. Xenoblade Chronicles X sarà la ragione per cui comprerò il Wii U, e con l'occasione mi gioco anche il nuovo Zelda.

    RispondiElimina
  2. Personalmente alla vostra lista di giochi che più vi hanno interessato, avrei aggiunto anche Uncharted 4. Comunque devo dire bravo Cloud, articolo ben costruito e scritto bene! :D
    Continua così ;)

    RispondiElimina
  3. Per adesso i titoli che mi intrigano sono The order 1886 e BloodBorne.

    Tanto per la cronaca...Bell'articolo, wow

    Ma!...Ora che xenoblade chronicles xxx è stato annunciato, chissà se il mago nero dorme ancora

    Continuate cosi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Xenoblade Chronicles XXX? È forse la versione per adulti del gioco? XD
      Comunque, tieniti forte perché a breve ci saranno grandi sorprese su queste pagine virtuali...

      Elimina

It's dangerous to go alone, leave a comment!