100% Freeware, 100% Indipendente e 200% Nerd!

venerdì 2 gennaio 2015

Come guardare anime gratis e legalmente nel 2015

by Cloud



Hey tu! Sì, proprio tu che hai l’hard disk pieno di serie piratate o che ti ammazzi di cartoni giapponesi in streaming illegale, leggi qua sotto, c’è una cosa interessante!





Come ben sapete se ci seguite, noi di Timber Maniacs abbiamo più volte sottolineato l’importanza di seguire l’anime Thursday di Rai 4, che riprenderà l’8 Gennaio. I motivi per cui seguirlo sia importante tanto per il doppiaggio italiano quanto per i creatori giapponesi li abbiamo già detti qui e qui, quindi vedetelo e spargete la voce senza fare troppe storie. Ma aspettate, continuate a leggere fino alla fine! Oggi vorrei fare infatti un discorso più ampio: se vi ritenete appassionati di animazione giapponese, dovreste sapere che piratando tutto non portate alcun vantaggio alle case produttrici di anime. Ma niente paura, non vi sto dicendo di comprare tonnellate di DVD o Blu-Ray (se volete farlo poi non vi fermo certamente), semplicemente voglio dirvi che esistono anche tantissimi modi gratuiti per guardare le vostre serie preferite senza danneggiare i produttori, anzi, supportandoli economicamente (questo senza che voi sborsiate un solo centesimo).




Il modo principale, che vi consiglio caldamente, è l’ormai diffusissima pratica dello streaming legale. Di cosa si tratta? Semplicemente, i detentori dei diritti degli anime, mettono loro stessi in streaming gratuito le loro serie, al fine di guadagnare qualcosa con i ricavi della pubblicità. I siti principali dove potete vedere anime gratis e legalmente (oltre che in una qualità video sempre piuttosto buona) sono molti, ma quelli più forniti, almeno tra quelli visualizzabili in italiano, sono VVVVID (che necessita di creare un account ma ne vale assolutamente la pena, per la quantità e qualità dell’offerta), Popcorn TVCrunchyroll (sito americano, ma molta roba è visualizzabile anche in Italia e dispone di sottotitoli nella nostra lingua, o nel peggiore dei casi in inglese). Inoltre, su YouTube abbiamo TheMegaTubeAnimeChannel e il canale della Yamato Animation, entrambi legali e pieni di roba interessante. 


Se siete interessati a vedere un anime abbastanza famoso, con tutta probabilità lo potrete trovare su uno dei siti che vi ho detto qui sopra. Inoltre, praticamente tutti i siti/canali che vi ho citato sopra hanno numerose serie in simulcast. Cos’è il simulcast? Per farla breve: streaming in contemporanea con il Giappone di nuove serie. Man mano che gli episodi escono in Giappone, essi vengono sottotitolati e messi gratuitamente sul sito. Come il fansub, solo che legale e vantaggioso per i creatori dell’anime. Ad esempio, VVVVID ha trasmesso, a partire da Ottobre, Psycho Pass 2, Terra Formars, Fate/Stay Night e Shingeki no Bahamut, che sono tra le serie più interessanti di questo periodo. E quello che non c’è su VVVVID, probabilmente sta su Crunchyroll (dove la quantità di roba in simulcast è enorme) o sugli altri siti di sopra.

E poi, ricordiamocelo, c’è sempre la televisione. Certo, siamo purtroppo ben lontani dall’epoca d’oro in cui i cartoni giapponesi venivano proposti ovunque, ma qualcosa continua ad esserci, e per la gioia dei puristi, ormai in Italia non viene censurato più un bel niente (eccetto per le robe che vengono mandate in replica). Vi abbiamo già detto di supportare Rai 4, che con la trasmissione di Steins;Gate il giovedì sera è per ora l’ultimo canale in chiaro a trasmettere nuovi anime (e la trasmissione in TV, purtroppo, è ancora fondamentale per rientrare economicamente del doppiaggio di nuove serie), e vi consigliamo anche di dare un’occhiata a canali quali Super!, K2 e soprattutto, se avete Sky, MAN-GA, che per l’anno a venire ha in programma parecchia roba interessante (inoltre, se avete MySky potete registrarvi i programmi e vederveli con calma, rendendo le cose ben più comode). Per l’elenco completo degli anime che verranno trasmessi in TV nell’anno a venire, leggete su Animeclick.

Per finire, cosa molto ma molto importante, dovete assolutamente vedervi, su VVVVID, gli episodi di Tokyo Ghoul doppiati in Italiano che stanno uscendo ogni mercoledì. Che l’anime vi piaccia o no (io, se devo darvi un mio parere, lo trovo carino) si tratta in assoluto della prima serie doppiata appositamente per lo streaming, e probabilmente questa mossa è stata fatta da Dynit come una scommessa per il futuro, perdendoci anche dei soldi. Hanno scelto Tokyo Ghoul come cavia, visto che è diventato abbastanza popolare, ma se le visualizzazioni dovessero andare veramente bene chissà, magari potrebbe toccare lo stesso trattamento anche ad altri anime.
 
 Quindi, se vogliamo che il mercato degli anime in Italia cresca, e che anche i produttori giapponesi possano beneficiarne e realizzare così serie migliori, più lunghe e con animazioni di maggior qualità, guardiamo e condividiamo in giro la versione italiana di Tokyo Ghoul, guardiamo Steins;Gate su Rai 4, e supportiamo i siti e canali che ho citato sopra. Le case di distribuzione di anime stanno scommettendo molto su questo mercato, e noi dobbiamo mostrare di essere seriamente interessati al mondo dell’animazione nipponica, specialmente se non ci costa nulla farlo. Se condividete in giro questo articolo, che vuole essere una sorta di “guida” per tutti gli appassionati, non fate un favore a me quanto a chi si occupa di realizzare gli anime che tanto amate. Grazie mille per aver letto fino alla fine, dal vostro Cloud.




ndLink: Per i videogiochi vale lo stesso: se con gli scontoni che stanno facendo su Steam dite di non avere i soldi per i videogiochi e li scaricate crackati siete dei pezzi di melma!

 

6 commenti:

  1. Ottimo post ragazzi!
    Rai 4 a parte, mi avete fatto conoscere belle cosette.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ne sono felice! Ormai si possono guardare un sacco di belle serie gratuitamente senza danneggiare i produttori!

      Elimina
  2. Per vedere le serie in lezzHD e a scatti? Che il potere di UTorrent ed i fansub vengano a me!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ^ Chiaro esempio di individuo che non ha letto l'articolo, o che comunque non ci ha capito nulla.

      A parte che le serie sui siti che ho elencato si vedono benissimo, se ti ritieni appassionato di animazione dovresti voler supportare un minimo chi si ammazza di lavoro per fornirti (gratuitamente, in questo caso) il tuo passatempo. Ma a giudicare dal tuo canale YouTube, probabilmente ritieni che gente come Rosario Muniz crei contenuti di maggior qualità rispetto agli anime che vedi, visto che a loro li sostieni. Complimenti, davvero.

      Elimina
  3. Sapete se si puó trovare anche One Piece in Italiano sulle piattaforme che avete citato?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dovrebbero renderlo disponibile a breve su Crunchyroll!

      Elimina

It's dangerous to go alone, leave a comment!