100% Freeware, 100% Indipendente e 200% Nerd!

giovedì 8 gennaio 2015

L'ascesa del Game Boy - Gaming Historia Atto VIII



by Link

Ce l’abbiamo fatta, dopo più di un anno… ritorna il Gaming History, da oggi Gaming Historia, perché fa più figo! Per celebrare il grande ritorno faremo una cosa un po’ diversa, ma prima facciamo l’introduzione storica.

L’ultima volta stavamo parlando dell’inizio della quarta generazione di console: la generazione del Sega Mega Drive, uscito nel 1988; del Neo Geo, sogno proibito di ogni videogiocatore a causa del suo prezzo, uscito nel 1990; e dello SNES, anch’esso uscito nel 1990. Ma di questo parleremo in futuro.

Con la quarta generazione iniziò infatti anche l’era del gaming portatile: con il Game Gear, l’Atari Lynx e, soprattutto, il Game Boy. E oggi è proprio della prima console portatile vera e propria di Nintendo e in assoluto che vi voglio parlare, passando per i suoi giochi più memorabili.


Tetris


Il gioco più venduto del Game Boy è proprio Tetris, anche perché era in bundle con la console.  Non credo che ci sia molto bisogno di parlarvi di quello che io chiamo “il miglior gioco quando stai in sala d’attesa dal dentista”, c’è da dire però che la versione Game Boy di Tetris ha contribuito di sicuro sia a diffondere Tetris, che infatti sarebbe poi stato portato su praticamente ogni piattaforma, sia a far vendere un sacco il Game Boy. Inoltre, va detto che il giochino di Pažitnov, con la sua natura mordi e fuggi, rendeva ancor meglio su console portatile che non in sala giochi.



Piccola curiosità: ispirate ai mattoncini di Tetris esistono anche delle fighissime lampade componibili, con i tetramini che si illuminano quando posti a contatto. 


E IO NE HO UNA IN CAMERA!













Super Mario Land/Super Mario Land 2: Six Golden Coins


Ma la differenza, in ogni console Nintendo che si rispetti, la fanno sempre I giochi Nintendo. Infatti, al lancio della console venne subito lanciato il primo Super Mario Land, versione portatile di quello che era all’epoca (e a dirla tutta anche adesso) il brand Nintendo di maggior successo. Il primo Super Mario Land divise la critica, fu molto criticato da alcuni, e considerato uno dei migliori giochi Nintendo mai realizzati da altri. Ciò che è certo, è che Super Mario Land 2: Six Golden Coins, uscito nel 1992, è il vero gioco di Mario del Game Boy. Esso aveva notevoli migliorie sia dal punto di vista grafico che del gameplay, e in più per la prima volta faceva la sua apparizione all’interno del gioco un personaggio a cui ho anche dedicato un intero articolo, e a cui Nintendo avrebbe offerto un ruolo da protagonista due anni dopo. Infatti nel 1994 uscì…
 

Wario Land: Super Mario Land 3


Devo dire la verità, se c’è un gioco platform su Game Boy che merita di essere giocato, quello è Wario Land.
Perché? Perché semplicemente è il più bello. Le musiche sono più belle, la grafica è più bella, il protagonista ha più stile, il gameplay adattato a lui funziona benissimo e i nuovi Power-Up sono fighi. In più per ottenere il finale migliore (sì, ci sono i finali alternativi!) dovremo raccogliere più monete possibile e esplorare il più possibile ogni livello per trovare tesori. E ogni volta che faremo Game Over perderemo un tesoro o la metà dei nostri soldi, premiando quindi chi completa il gioco morendo poche volte. E l’unico difetto di Wario Land in realtà è proprio qui, ovvero che si muore abbastanza poco rispetto ai suoi predecessori. Peccato.


Ma Nintendo non è solo Mario, altre saghe di grande successo su NES sono poi approdate su Game Boy: parliamo di titoli come The Legend of Zelda, che arrivò su Game Boy con “Link’s Awakening”, Donkey Kong con Donkey Kong Land, o anche di Kid Icarus, che poi sarà completamente dimenticato da Nintendo fino a pochi anni fa, quando è uscito Kid Icarus Uprising. Ma su Game Boy sono anche nate da zero nuove saghe: una di queste è Kirby, con Kirby’s Dream Land, e un’altra è quella che diventerà il marchio di fabbrica di ogni console portatile Nintendo. Stiamo parlando di:
  

Pokémon Rosso/Blu


Quando si parla del Game Boy è molto importante parlare dei Pokémon. Non solo perché, escludendo Tetris, si tratta del gioco più venduto su questa piattaforma, ma anche perché i giochi dedicati ai mostriciattoli tascabili sono ciò che più diede senso al magico cavetto per collegare un Game Boy all’altro. Infatti, come molti di voi sapranno, il creatore di questa fantastica serie, Satoshi Tajiri, ebbe l’idea dei Pokémon guardando due Game Boy collegati tramite il Game Link, e immaginando che degli insetti, che lui collezionava, ci camminassero dentro. E infatti gli scambi e il giocare con gli altri sono molto importanti nei Pokémon, è impossibile completare il Pokédex senza fare scambi, sia perché non c’è modo di ottenere gli altri starter escluso quello che avrete scelto all’inizio del gioco, sia perché non potrete avere entrambi i fossili, e sia per via del fatto che alcuni Pokémon sono un’esclusiva di Rosso, e altri di Blu. Inoltre, alcuni Pokémon si evolvono solo quando scambiati, come Machoke. 
Insomma, fin dall'inizio Pokémon voleva essere un gioco che rendesse i bambini (e non solo) che ci giocassero tutt'altro che asociali. 
Questa caratteristica è sempre rimasta, anzi, è stata anche accentuata, per esempio con il Safari Amici di X e Y, dove, grazie ai codici amico dei propri amici, si possono ottenere Pokémon che normalmente non potrebbero essere trovati, oppure Pokémon con l’abilità nascosta. Inoltre, ormai purtroppo giocare in multiplayer è diventato l’unico modo per avere una sfida, contando quanto sono facili i capitoli di sesta generazione.


Su Game Boy in realtà ci sono molti altri bei giochi, ma se dovessi parlare anche brevemente di ognuno di essi non basterebbe l’hard disk del mio computer, quindi chiudo qui l’articolo. Appunto perché ho potuto dare spazio solo a pochi giochi vi invito, perché no, a commentare qua sotto e scrivere quali sono i vostri giochi preferisti sul primo, mitico Game Boy.

P.S. Ora che l’articolo è finito mettiamo in chiaro una cosa, se ho parlato approfonditamente di alcuni giochi mentre altri li ho solo nominati o neanche quello non è perché mi piacciano di più (figuratevi se non parlavo di più di Zelda contando che mi chiamo Link), ma perché ho ritenuto che fosse più importante parlare di quei giochi, contando che stavo parlando del Game Boy in generale, infatti ad alcuni dei giochi di cui non ho parlato potrei anche dedicare un intero articolo in futuro.



P.P.S. Se vi ricordate come erano i Gaming History fino allo scorso, o più di un anno fa, avrete notato che non ho inserito molti dati sui giochi e ho dato più spazio ai miei commenti personali, questo perché ho pensato che quelle cose chiunque potesse leggerle da Wikipedia, e che il senso di questa rubrica non è tanto quello di fare un’enciclopedia in cui trovare informazioni sui giochi delle passate generazioni, ma di dare una mia visione della storia dei videogiochi e dei videogiochi che hanno fatto la storia, che è la visione non di chi la ha vissuta in prima persona, ma di chi l’ha scoperta solo anni dopo, come dovrebbe fare chiunque, come me, non sia nato in tempo per farsi regalare un NES per i suoi sei anni.



5 commenti:

  1. Tra i giochi che più mi piacciono del primo Game Boy, oltre a quelli detti da te, dico la trilogia The Final Fantasy Legend (nota in Giappone come SaGa), che aveva i suoi difetti ma ha anche sperimentato molto, ispirando in parte anche i celeberrimi Pokémon, e la conversione portatile del primissimo Donkey Kong, che aveva i 4 livelli dell'originale e, come piccolo extra... altri 97 livelli, e con meccaniche totalmente diverse (ispirate da Super Mario Bros. 2)!

    RispondiElimina
  2. Dunque... i miei giochi preferiti su Game boy li hai citati nel tuo articolo! Infatti sono proprio pokemon Blu e Rosso (mi sarebbe piaciuto giocare anche Giallo ma non ne ho avuta l'occasione. Devo dire di essere fortunato perchè conservo ancora un esemplare del primo Game Boy, che mi venne regalato per la mia prima comunione e che ha scaturito in me la passione per i videogiochi che mi accompagna ancora oggi. Se ci penso mi commuovo dopo tanti anni XD

    RispondiElimina
  3. Questa rubrica è ferma da un anno!
    Non fatemi aspettare un altro anno.... ne voglio ancora!

    RispondiElimina
  4. Una delle storie più belle e importanti di tutta la storia dei videogiochi, quella del Game Boy. Che, ovvio, è legata con un doppio nodo a quella di Tetris. E quella di Tetris, incredibilmente, si lega pure a quella della Guerra Fredda e della Vecchia Madre Russia. Raccontata magistralmente in questo documentario qui, che mi commuove tutte le volte:

    https://www.youtube.com/watch?v=NhwNTo_Yr3k

    99 su 100 l'avete già visto. In caso contrario, allacciatevi le cinture, perché vi aspettano un po' meraviglie :)

    R.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come al solito, il Magiustra tira fuori dal cilindro bella roba!
      Non lo conoscevo, ma adesso so cosa guarderò una di queste sere :)

      Elimina

It's dangerous to go alone, leave a comment!