100% Freeware, 100% Indipendente e 200% Nerd!

venerdì 22 maggio 2015

Cover Meme VI: Cover che vi hanno spinti a comprare l'opera

by Mago Nero

Un giorno, io e il buon Cloud ci trovavamo dentro un negozio di videogiochi.
Frugando tra i giochi della PSP, mi trovo davanti la Limited del gioco che vedete qui a sinistra: fin da subito lo stile della copertina, e il design della protagonista mi attirano molto, e incuriosito prendo in mano la scatoletta e comincio a vedere di cosa si tratti. Il gioco era a quanto pare il terzo capitolo della saga di Parasite Eve, che io non avevo giocato, ma era anche piuttosto godibile pur giocato senza conoscerla. Sta di fatto che pochi giorni dopo, informatomi sul gameplay vedendo qualche video, trovai quella stessa limited usata in un altro negozio, e risparmiando la bellezza di 5 euro sul prezzo di copertina, The 3rd Birthday entrò a far parte della mia collezione.

Della storia non ci ho mai capito una virgola, un po' perché non avevo giocato i titoli prima, un po' perché hanno fatto di tutto per renderla intricata e incomprensibile, ma le ore passate a saltare di corpo in corpo per far sopravvivere più soldati possibili, a fare fuochi incrociati e a sparacchiare nemici mutanti nelle suggestive ambientazioni semi-horror del titolo, in compagnia della bella Aya, sono state parecchio divertenti.

Questa è la storia di come, incuriosito dalla copertina di un gioco, Mago Nero si ritrovò poi a comprarlo. Un saluto, e spero che vi sia piaciuta.

3 commenti:

  1. Penso che avrebbe attratto anche me :)

    RispondiElimina
  2. In effetti questa cover è proprio bella, ci credo che ti abbia spinto a comprarlo alla cieca! ^-^

    RispondiElimina
  3. Ottimo articolo, Mago Nero.
    A me è successa una cosa molto simile con God of War II. Anche se non avevo ancora giocato all'1 (solo sentito parlare vagamente) sono stato subito attirato dalla copertina (davvero cupa e allo stesso tempo testosteroidea), ed è bastato il suo livello di epicness a spingermi a comprarlo.
    Inutile dire che non me ne sono pentito, ed è così che divenni un fan di GoW!

    RispondiElimina

It's dangerous to go alone, leave a comment!