100% Freeware, 100% Indipendente e 200% Nerd!

venerdì 27 novembre 2015

I 13 migliori personaggi umani del mondo di Pokémon!

by Cloud


Molto spesso, quando si parla di Pokémon ci si chiede quali siano, per l'appunto, i Pokémon preferiti di ciascuno. Nel mondo di questa mitica saga videoludica non vi sono però soltanto mostri tascabili, ma anche esseri umani pronti a lottare al loro fianco... o a rubarne il più possibile, in base alla persona. Vediamo quindi chi sono, secondo noi, i 13 personaggi umani più interessanti tra quelli apparsi nella saga!




13. Camelia 

Cominciamo subito con un personaggio che va adorato anche semplicemente per il suo look: Camelia, l'elettrica capopalestra della regione di Unima. Oltre ad essere una modella, e quindi alta, bella e longilinea, tanto in Nero e Bianco quanto nei loro seguiti (in cui cambia look) sfoggia degli abiti ed accessori dai colori sgargianti ed assolutamente stylish, a partire dalle cuffione con i jack penzolanti che ha nei primi giochi. Tutto questo è perfettamente in linea con le sue palestre, piene di luci colorate e psichedeliche ed accompagnate da musica elettronica, atmosfera che esprime perfettamente l'essenza dei Pokémon di tipo Elettro.

In parole povere, Camelia è un personaggio decisamente "cool" sotto ogni punto di vista.


11. Vera & Brendon (pareggio)



E arriviamo già alla prima posizione "condivisa" della classifica: condivisa, per giunta, dai due avatar di Pokémon Rubino, Zaffiro, Smeraldo, e dei remake Rubino Omega e Zaffiro Alpha. Il motivo della loro inclusione è semplice: Vera è una delle eroine più carismatiche della serie, con il suo look minimale ma simpatico (e ritoccato nei remake per essere più in linea con le mode attuali), ed è un bel personaggio anche e soprattutto come rivale, sempre pronta a sfidarci quando meno ce l'aspettiamo e quando i nostri Pokémon sono quasi tutti esausti.

 Per Brendan valgono più o meno le stesse cose, e inoltre si può dire senza dubbio che è l'avatar maschile più figo della serie, grazie al suo bizzarro berretto. (Nota: Scoprire dopo 10 anni che si trattava di un cappello e non dei suoi capelli è stato un trauma non da poco).

Parlando infine dei due personaggi nel complessivo, il loro rapporto di amicizia/rivalità è molto bello, specialmente nei remake (in cui tra l'altro hanno sui 15 anni e non sui 10 come nei giochi originali) grazie ad alcune scene aggiuntive. E tranquilli, se li vedete bene come una coppia, ci pensa Vera a distruggere i vostri sogni in un secondo:



10. Blue aka Gary

Rivale per eccellenza, sia nell'anime che nella prima generazione di videogiochi, nonché nipote del Professor Oak (il quale non ne ricorda mai il nome), Gary è un personaggio assai figo, che ha da sempre avuto un'enorme successo tra i fan della serie. 

Sbruffone, sicuro di sé, e pieno di grinta, lo incontriamo diverse volte nella storia di Rosso e Blu, e altrettante volte ci sfida per mettere alla prova la nostra abilità.  

Alla fine del gioco, inoltre, ce lo ritroviamo che è diventato campione della Lega Pokémon, ma da bravi amici gli soffiamo il titolo prima ancora che suo nonno possa venire a congratularsi con lui... 

Nonostante la dura botta, però, non si perde d'animo e continua ad allenarsi, per divenire poi, in Oro, Argento e Cristallo, capopalestra di Smeraldopoli al posto di Giovanni. Posizione in classifica meritatissima. 

Curiosità: il nome "Gary" è un'inglesizzazione di Shigeru, da Shigeru Miyamoto, che aiutò molto Satoshi Tajiri nella realizzazione dei primi giochi. Allo stesso modo "Ash" deriva dal nome Satoshi.

9. Serena

Avatar femminile di Pokémon X e Y, Serena ci è piaciuta fin da subito, con il suo design in piena sintonia con le atmosfere un po' hipster della regione di Kalos e il suo carisma come rivale (gli altri rivali della sesta generazione sono dieci spanne sotto a lei, anche se Tierno fa ridere). 

Così come il suo corrispondente maschile Calem (che non c'è in classifica, ma dopo Brendon è il miglior avatar maschile della saga, sia chiaro) è inoltre possibile personalizzarla, sia nel colore di pelle e capelli, sia nel vestiario, possibilità che io aspettavo dai tempi di Zaffiro (ma in fin dei conti sia lei che l'avatar maschile sono molto belli anche senza modifiche).

Unica nota: va bene che dovevano far vedere che in X e Y c'è la possibilità di andare dal parrucchiere, ma nell'anime lei con i capelli corti sta malissimo. Almeno così la pensiamo in redazione, poi soggusti.


8. Drake


Superquattro di tipo Drago della regione di Hoenn, Drake ha tutto ciò che rendeva un minimo interessante Lance, più altro. Il suo aspetto da vecchio marinaio vissuto ed esperto, la sua dedizione nell'allenarsi con i Pokémon Drago, lo rendono semplicemente perfetto come ultimo allenatore che sfideremo prima del Campione. Per quanto la Lega Pokémon sia il primo ed ultimo luogo in cui lo incontriamo (se escludiamo la scena extra in cui lo troviamo sulla nave nei remake), ci da subito l'aria di una persona saggia e forte, e quando dopo aver perso contro di noi ci dice di andare a sfidare il Campione, sembra come un vecchio maestro che ci dice "vai avanti, non ho più nulla da insegnarti!". Drago/10.


7. Silvestro

Silenzioso, elegante e carismatico, ad aggiudicarsi il settimo posto di questa classifica è il capopalestra di tipo Ghiaccio di Bianco e Nero. 

Un tempo attore, si ritirò dalle scene dopo essersi ferito nel girare una scena spericolata, e su consiglio del Campione Nardo intraprese la carriera di allenatore. Viaggiò fino ad una caverna gelida, dove si allenò da solo in silenzio, per guadagnare più conoscenza possibile. È proprio il caso di dire che i suoi Pokémon di tipo Ghiaccio rispecchiano appieno il suo carattere freddo e distaccato.

Inoltre, indossa sempre una maschera sugli occhi per nascondere la sua vera identità. Dopo che lo sconfiggiamo, in Nero e Bianco, riesce a vedere i tre ninja del Team Plasma nonostante le loro ineffabili tecniche illusorie, e tiene poi a bada le reclute del Team Plasma assieme a Komor, permettendo al nostro eroe di avanzare nella quest della Torre Dragospira. 
In Nero 2 e Bianco 2, poi, lo vediamo finalmente tornato alla carriera di attore, un po' la fine della sua ricerca interiore, che l'ha portato a divenire un uomo migliore e ancor più sicuro di sé.

6. Silver


Gary sarà pure il rivale per antonomasia, ma non certo il più figo, titolo che va senza ombra di dubbio a Silver, rivale di Oro, Argento, Cristallo e dei remake HeartGold e SoulSilver. A parte il fatto che già semplicemente a vederlo, con la sua giacchetta nera e rossa, lo sguardo tenebroso e i capelli rossi e lunghi spacca di brutto, vince tutti i rimanenti punti figaggine con il suo carattere e background.

Sicuramente il più "oscuro" tra tutti i rivali, Silver entra in possesso del suo Pokémon rubandolo (anche se poi gli viene concesso di tenerlo), ed è inizialmente crudele, ossessionato dal diventare forte, e anche violento nel maltrattare il nostro ingenuo protagonista. 

Inoltre, prova un odio feroce verso il Team Rocket: odio che viene poi giustificato scoprendo che egli è in realtà il figlio di Giovanni, capo dell'organizzazione criminale, che l'ha abbandonato per ritirarsi in un luogo ignoto dopo essere stato sconfitto da Rosso. Ovviamente poi andrà man mano addolcendosi e scopriremo anche lati buoni del suo carattere, ma in generale è o non è il perfetto ritratto di un antieroe di quelli badass forti?

5. Giovanni 

Ammettiamolo: ai tempi di Rosso e Blu fu un bello shock sapere che il capopalestra di Smeraldopoli, ultima palestra da sfidare nonostante la trovassimo quasi subito sul nostro cammino (chiusa), fosse Giovanni, capo dei criminali del Team Rocket!

Perfetta incarnazione del boss di un'organizzazione malavitosa (e nelle versioni occidentali del gioco hanno quindi pensato bene di dargli un nome italiano, che bello), Giovanni è un cattivo molto carismatico, ed acquista ancor più spessore quando scopriamo che è il padre del già citato Silver. Padroneggia i Pokémon di tipo terra, tra cui spicca il suo brutale Nidoking.

Secondo alcune voci, inoltre, nell'anime (che ricordiamo, segue un canone diverso da quello dei videogiochi, a sua volta diverso da quello del manga) potrebbe essere lui il padre di Ash, in quanto in un musical si accenna al fatto che lui e Delia Ketchum potrebbero aver avuto una relazione da più giovani (è il principale candidato alla pari di un certo Silver, che nulla ha a che vedere con il Silver figlio di Giovanni. Che casino questi nomi, eh?). Sapremo mai la verità? Probabilmente no.


4. Lino

E ancora, Silver sarà il rivale più figo, ma quello la cui storia ci è rimassa più impressa è senza dubbio il piccolo Lino.

Lo conosciamo come un ragazzino malaticcio e insicuro che va a stare dagli zii a Mentania per avere un clima più accogliente per i suoi problemi di salute, ma si decide nonostante tutto a intraprendere un viaggio con i suoi Pokémon, e man mano che la storia va avanti lo vediamo sempre più sicuro di sé, fino a ritrovarcelo all'entrata della Lega Pokémon come un allenatore forte e determinato a sfidarci per vedere chi è più degno di avanzare! Uno scontro a dir poco epico, che corona la sua ascesa. E il tema dell'ultima battaglia con lui, nei remake per 3DS, è qualcosa di fighissimo, ascoltatela che vi farà bene:






3. Touko

Abbiamo già nominato diverse protagoniste femminili dei giochi, ma è giunto il momento di passare alla nostra preferita in assoluto (almeno per quanto riguarda me e Mago Nero, ndCloud): Touko, che in italiano si chiamerebbe Anita e in inglese Hilda, ma visto che entrambi i nomi mi fanno cagare la chiamo con quello giapponese, o al limite White come la sua controparte del manga. 

Onomastica a parte, non c'è un motivo preciso, ma adoro questa allenatrice, al punto che Bianco è l'unico titolo della saga che ho giocato con avatar femminile (sapendo che è anche un gioco in cui l'avatar di sesso opposto fa soltanto un rapido cameo). 

Mi piace il suo look semplice ma accattivante, mi piace il fatto che fu proprio con lei e la sua controparte maschile i protagonisti della serie iniziarono ad essere non più bambini, ma adolescenti sui 15-16 anni, e in generale è stata un avatar che mi è piaciuto guidare nel suo viaggio di formazione.


 2. Rocco


Al secondo posto della classifica troviamo Rocco Petri, campione della Lega di Hoenn, nonché personaggio che accompagna il nostro giocatore in molti momenti della storia di Rubino e Zaffiro, e ancor più nei remake per 3DS.

Erede di una compagnia multimilionaria, collezionista di rocce ma esperto di Pokémon acciaio (che possono essere visti un po' come l'"evoluzione" dei Pokémon Roccia), si può dire che sia un po' il classico personaggio figo, un po' misterioso e pure ricco sfondato.  Il Seto Kaiba della situazione ma più allegro e senza un fratellino che viene rapito ogni tre secondi (in casa Nintendo c'era già Peach per quello).
Lo vediamo inoltre indagare sui misteri della regione, fronteggiare il Team Idro (o il Team Magma), e infine lui e la sua squadra, nella quale spicca Metagross, sono dei degni avversari con cui concludere l'avventura di Pokémon Rubino e Zaffiro.

Per certi versi, nel modo in cui si relaziona con il giocatore assomiglia a Camilla, campionessa della regione di Sinnoh, che non è riuscita ad entrare in classifica ma merita comunque una menzione in quanto molto carismatica pure lei.

Siamo quasi alla fine, al primo posto di questa classifica troviamo...


1. N

Non che ci fosse alcun dubbio, poi. Se le posizioni precedenti sono per lo più simboliche, in quanto sono tutti allenatori che adoriamo più o meno ugualmente, il primo posto di N è qualcosa di indiscusso: non c'è personaggio, in tutto il franchise, che abbia una caratterizzazione e uno sviluppo profondi quanto il suo. E se la storia di Pokémon Nero e Bianco ha una marcia (ma anche due) in più di tutte le altre, in quanto a maturità e profondità, in gran parte il merito è proprio suo. 

Per tutto il gioco vi sarà un continuo confronto di ideali tra il giocatore, che è stato abituato al fatto che sia una cosa buona e giusta tenere i Pokémon rinchiusi nelle Ball, ed N, che vorrebbe invece liberarli dalla "tirannia" degli umani, assieme ai suoi sottoposti del Team Plasma. Il suo obiettivo è creare un mondo per i Pokémon separato da quello degli umani, così che entrambe le specie, a suo parere, possano vivere in pace

N non ha però sviluppato questo pensiero per caso: suo padre Ghecis lo ha fatto vivere per tutta l'infanzia stando soltanto a contatto con i Pokémon, ed egli, forse per questo, o forse per dono di natura, è in grado di sentirne la voce, ed interpretarne le emozioni. Egli ha però conosciuto soltanto Pokémon infelici di stare con i loro padroni, e conoscere il giocatore, che ha un rapporto di fiducia reciproca con i suoi mostriciattoli, lo porterà a farsi domande sulla possibilità che uomini e Pokémon vivano in armonia

Il confronto di ideali tra i due si concluderà nel finale del gioco, su cui vi dico volutamente poco perché, nel caso in cui non vi siate ancora avventurati ad Unima, non voglio togliervi il gusto di vivere in prima persona tali eventi.

Ciò che rende N un personaggio veramente speciale, quindi, è proprio il fatto che sia l'antagonista del gioco, ma allo stesso tempo un ragazzo dal cuore puro, che persegue degli ideali convincenti. E il dialogo tra opinioni diverse, che non deve per forza sfociare in un conflitto, è uno dei temi ricorrenti del gioco, tanto che anche molti NPC dicono cose a riguardo. Durante la storia, quindi, il confronto di ideali tra il nostro personaggio ed N, che in fin dei conti è anche un amico/rivale oltre che un antagonista, farà crescere entrambi. 





...e visto che c'è questo rapporto con l'avatar, e che molti (me incluso) hanno usato la ragazza (che poi è Touko, posizione 3 di questa classifica), non mancano i fan che vedono il tutto (anche) come lo sviluppo di una relazione amorosa tra N e l'avatar femminile... 
Del resto, su internet è stata pensata ogni coppia possibile ed immaginabile di ogni videogioco, anime, fumetto o quel che vi pare, quindi non c'è da stupirsi. Ma visto che per una volta si tratta di una "ship" non così assurda, perché non chiudere l'articolo con una fanart carina dedicata alla coppia? 


A voi la fanart, e spero che l'articolo vi sia piaciuto! Ora però voglio sapere la vostra nei commenti: siete d'accordo con la nostra classifica, o c'è qualche altro personaggio del mondo dei Pokémon che secondo voi avrebbe meritato di essere incluso? Non siate timidi e fatecelo sapere!


 


Altri articoli a tema Pokémon! 

Nessun commento:

Posta un commento

It's dangerous to go alone, leave a comment!